Pro Loco

Pro Loco

Organigramma
Statuto
   

Appuntamenti

Calendario appuntamenti 2013
La crostolata
Festa della donna
Festa del papÓ
Fortaiada
Festeggiamenti 2016
   
Archivio
Festeggiamenti 2009
Festeggiamenti 2010
Festeggiamenti 2011
Festeggiamenti 2012
Festeggiamenti 2013
Festeggiamenti 2014
Festeggiamenti 2015
Festeggiamenti 2016
Festeggiamenti 2017
Festeggiamenti 2018
Lunari fat in Ciargne 2012

Festa del papÓ

La festa del papÓ vuole essere un'occasione di incontro conviviale non solo per i papÓ ma anche per i famigliari, conoscenti e amici. L'invito Ŕ rivolto a tutti coloro che vogliono passare un'ora in allegria, lasciando, per un momento alle spalle le preoccupazioni di tutti i giorni. Per l'occasione la Pro Loco organizza una cena presso un ristorante o trattoria da destinarsi.

Come al solito chi desidera partecipare Ŕ pregato di confermare con anticipo la propria adesione agli organizzatori.

 

LO SAPEVATE CHE.........

Top

 

La Festa del papÓ ricorre il 19 Marzo in concomitanza con la Festa di San Giuseppe, che nella tradizione popolare oltre a proteggere i poveri, gli orfani e le ragazze nubili, in virt¨ della sua professione, Ŕ anche il protettore dei falegnami, che da sempre sono i principali promotori della sua festa. Pare che l'usanza ci pervenga dagli Stati Uniti e fu celebrata la prima volta intorno ai primi anni del 1900, quando una giovane donna decise di dedicare un giorno speciale a suo padre. Agli inizi la festa del papÓ ricorreva nel mese di giugno, in corrispondenza del compleanno del Signor Smart alla quale fu dedicata, poi solamente quando giunse anche in Italia si decise che sarebbe stato pi¨ adatta festeggiarla il giorno della Festa di San Giuseppe. In principio nacque come festa nazionale, ma in seguito Ŕ stata abrogata anche se continua ad essere un'occasione per le famiglie, e sopratutto per i bambini, di festeggiare i loro amati padri. La festa del 19 marzo Ŕ caratterizzata inoltre da due tipiche manifestazioni, che si ritrovano un po' in tutte le regioni d'Italia: i fal˛ e le zeppole. PoichÚ la celebrazione di San Giuseppe coincide con la fine dell'inverno, si Ŕ sovrapposta ai riti di purificazione agraria, effettuati nel passato pagano. In quest'occasione, infatti, si bruciano i residui del raccolto sui campi, ed enormi cataste di legna vengono accese ai margini delle piazze. Quando il fuoco sta per spegnersi, alcuni lo scavalcano con grandi salti, e le vecchiette, mentre filano, intonano inni per San Giuseppe. Questi riti sono accompagnati dalla preparazione delle zeppole, le famose frittelle, che pur variando nella ricetta da regione a regione, sono il piatto tipico di questa festa.

 

UNA POESIA PER I PAP└

Top

 

Per questo giorno particolare,
ho chiesto al Signore
di farmi un favore,
un grande dono davvero speciale,
solo per te mio caro papÓ.

Ma quale sarÓ la cosa pi¨ bella,
forse una stella, tutta lucente?
forse la luna, tutta argentata?
Oppure qualcosa ancor pi¨ preziosa?

Nulla mi pare cosý grande
come l'amore,
che ho nel mio cuore.

E' questo il dono che ho scelto per te
Tanti auguri mio caro papÓ.

 

Associazione Pro Loco "SAN MICHELE" Via Geresina, 33082 Fagnigola di Azzano Decimo (PN). proloco@fagnigola.it.